Club Collezionisti Capsule
 ◄◄  ◄  ►►  ► 
APRILE 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Questo sito web usa i cookie

Cliccando su Approvo o continuando la navigazione nel sito acconsenti all’uso di questi cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Gonzaga 2015 - Relazione di Marco Brusa

Relazione del Vice-Presidente Marco Brusa

 

Cari Amici,

voglio innanzitutto felicitarmi con tutti voi perché vedo ogni giorno che il nostro Club va veramente bene, per numero di soci, per iniziative, interesse e partecipazioni.

 

Oggi voglio ringraziare innanzitutto quei soci che con il loro impegno hanno portato vantaggi al CCC, e mi riferisco a coloro che hanno ottenuto donazioni in capsule per il Club, ringrazio quindi:

            Sylvio Daniele responsabile per il CCC in Francia,

            Leonardo Mantini responsabile regionale per il Trentino Alto Adige

            Antonio Facincani responsabile regionale per il Nord-Est

            Elia Rustignoli responsabile per le relazioni esterne

            Roberto Franzoni responsabile regionale per l'Emilia Romagna

            Pino Manieri presidente

            Enzo Preti socio

                       

Voglio poi congratularmi con coloro che hanno creato i momenti di ritrovo e di aggregazione, organizzando manifestazioni di incontro, mostre e scambi, riunioni che hanno permesso a moltissimi di noi di fare nuove amicizie, scambi ed acquisti di capsule che mai avrebbero ottenuto se non in queste felici occasioni; ringrazio quindi:

            Pino Manieri per l'incontro di Sumirago

            Gionni Desiato e Stefano Cerbai per l'incontro di Prato

            Sylvio Daniele per i diversi incontri a Tolone e Vertus

            Gianni Legnani prezioso collaboratore nelle manifestazioni ufficiali del Club:

 

Grazie a questi soci abbiamo avuto un anno denso di attività e proficuo.

 

Ho detto che sono molto contento del nostro club, ed é vero, ma siccome io sono per natura anche un po' rompiscatole, da molto tempo, già da prima della riunione di Gonzaga dell'anno scorso, mi accompagna un pensiero sul problema, non grande, ma credo il maggiore che riguarda il nostro sodalizio. Mi riferisco alla figura, alle mansioni ed alla operatività dei nostri Responsabili Regionali.

 

Io mi sono domandato spesso cosa facciano questi nostri amici per assolvere alle aspettative che il club ha nei loro confronti. Andando a vedere direi che principalmente i nostri Responsabili si danno da fare per cercare e mantenere i contatti con le aziende vinicole, al fine di trovare le novità ed indurre donazioni a  favore del CCC, solo qualcuno fra i  Responsabili Regionali  ha organizzato eventi, riunendo numerosi soci, come hanno fatto con successo i nostri amici toscani Gionni Desiato e Stefano Cerbai, o come ha fatto in Francia, a favore dei collezionisti di capsule francesi Sylvio Daniele.

Qualcun'altro ha fatto meno di queste cose, qualcuno ha fatto pressoché nulla.

A tutt'oggi vedo che per la maggior parte, i nostri Responsabili Regionali sono dei buoni procacciatori del materiale da collezione, e che alcuni di loro, forse i più attivi sono anche diventati piccoli ma efficaci commercianti. Commerciare capsule é certamente legittimo ed utilissimo, e la maggior parte di noi ne ha spesso tratto vantaggio, ma a volte questa attività, pur praticata con entusiasmo ed innegabile efficienza, PREVALE e finisce col non coincidere più con l'interesse dei soci e col fine della rappresentanza regionale.

Sulle base di queste mie considerazioni personali, ho chiesto al Segretario copia dello Statuto per andare a leggere quello che si dice della figura del Responsabile Regionale, e così ho letto:

 

ART. 13 – I RESPONSABILI REGIONALI
I Responsabili Regionali possono essere da un minimo di 5 (cinque) ad un massimo di 21 (ventuno). Essi vengono eletti dall’Assemblea e durano in carica 3 (tre) anni.
Essi possono:
a) promuovere l’oggetto sociale del Club organizzando, previo accordo con il Presidente, manifestazioni nelle regioni di loro pertinenza.
b) su incarico del Presidente, incassare le quote sociali coadiuvando nella gestione ordinaria del Club, fungendo in ogni caso da tramite con i Soci delle regioni da loro rappresentate.

Dunque nello statuto non si fa parola del compito di raccogliere, presso le aziende il materiale da collezione, per farne dono al CCC,  in secondo luogo si dice che i Responsabili Regionali “POSSONO” promuovere l'oggetto sociale del Club, e che invece non si dice che “DEBBANO” fare qualche cosa. Mi sembra di poter dire che nelle intenzioni dei fondatori del CCC c'era l'obiettivo di formare un gruppo di appassionati sostenitori del club, che fuori dai compiti del consiglio, promuovesse nelle regioni di competenza, le attività di aggregazione dei soci.

Vorrei che mi fosse concesso di dire che i nostri fondatori volevano nei Rappresentanti Regionali il braccio operativo del consiglio sul territorio. Posso anche dire che fra questo ed una prevalente attività commerciale ci sia una insormontabile differenza.

Detto questo, e pur considerando gli indubbi meriti di questi nostri collaboratori, vorrei proporre una modifica dell'articolo 13 dello statuto, o l'inserimento in questo di un nuovo regolamento per i Responsabili Regionali, che potrebbe articolarsi così:

ART: 13 – I RESPONSABILI REGIONALI

I Responsabili Regionali possono essere da un minimo di 5 ad un massimo di 20 (venti).Essi vengono eletti dall'Assemblea e durano in carica 3 (tre) anni.

Essi possono :

            a) su incarico del Presidente, incassare le quote sociali coadiuvando nella gestione ordinaria del             Club,             fungendo in ogni caso da tramite con i soci delle regioni da loro rappresentate.

Essi devono:

            b) promuovere l'oggetto del Club organizzando, previo accordo con il Presidente ed in   collaborazione con la Segreteria, manifestazioni annuali nelle regioni di loro pertinenza, eventi di qualsiasi natura, purché atti a facilitare l'aggregazione dei soci e l'attività di scambio di       materiali ed informazioni.

            c) la funzione di Responsabile é vincolata a questo compito “annuale”. Ogni anno durante          l'assemblea annuale, si valuterà l'operato dei Responsabili Regionali e saranno prese le decisioni        in merito.

            d) per le regioni che hanno piccoli numeri di soci, o per altre ragioni motivate, sia previsto che due         o più Responsabili di regioni vicine collaborino nell'organizzazione di detto evento, così come             nella stessa regione possano collaborare più di un Rappresentante per gli stessi fini.

            e) segnalare per tempo l'uscita di nuove capsule di aziende del loro territorio di competenza, in modo che possano essere inserite nell'apposita pagina del sito.

            f) raccogliere eventuali donazioni al Club.

                                                                                              Marco Brusa

La proposta, messa a votazione per alzata di mano, è stata approvata dall’assemblea con 64 voti favorevoli, pertanto le modifiche all’art. 13 verranno integrate nell’attuale statuto.